Genova, 20 maggio 2015

Mercoledì 20 maggio si terrà l’incontro dal titolo “Comunicare (il) bene ?” La comunicazione sociale dalla diversità all’inclusione”, nella sede di Alliance Francaise a Genova, dalle ore 16 alle 18.

Questo il tema del dibattito:

Negli ultimi anni, anche grazie allo sviluppo del Terzo settore, la comunicazione sociale è sensibilmente cresciuta in quantità e qualità nel nostro paese. Ma come viene trattata la notizia “sociale”? Quando riesce, abbandonando il limbo della mera fattualità, ad approdare al circuito dei media? Come evitare pietismo e sensazionalismo, slogan e stereotipi ? Come uscire dai confini rassicuranti delle rubriche e delle pagine di servizio? Qual è il ruolo dei nuovi media digitali e dei social network?
A queste ed altre domande risponderanno nel corso di un incontro giornalisti, operatori ed esperti della comunicazione, con lo scopo di individuare adeguate categorie concettuali ed efficaci strumenti operativi, che consentano di qualificare sempre più la comunicazione sociale come portatrice di una autentica cultura dei diritti, della solidarietà e della prossimità.

Questo il programma

Introduzione

  • Gianfranco Marocchi
  • Georges Tabacchi, direttori Biennale della Prossimità
  • Claudio Basso, portavoce Forum Ligure Terzo Settore
  • Dino Frambati, vice presidente Ordine Ligure Giornalisti

Riflessione

  • Riccardo Bonacina, direttore e presidente VITA
  • Nino Santomartino, promotore della campagna #nonsonoangeli
  • Franco Manti, docente di Etica della Comunicazione, Dipartimento Scienze della Formazione, Unige

discussione aperta con l’intervento di

  • Francesca Baroncelli (Mentelocale)
  • Stefano Bigazzi (Repubblica-Genova)
  • Alessandra Grasso (Consorzio Agorà)
  • Davide Pesce (Cesavo)
  • Francesca Sanguineti (Celivo)
  • Bruno Viani (Il Secolo XIX)

coordina
Riccardo Grozio (www.ligurianonprofit.it)

Info e prenotazioni: rgrozio@gmail.com

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Eventi e taggato come il da

Informazioni su Marco Binotto

Sociologo dei processi culturali e comunicativi. Ricercatore e professore aggregato alla Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, dove insegna "Comunicazione dei diritti e della cittadinanza attiva" e "Comunicazione delle scienze biomediche". Si occupa di attivismo e problemi sociali, mediaattivismo e partecipazione, minoranze e sfera pubblica, non profit e comunicazione sociale, advocacy e interventi creativi su salute e ambiente. Coordina le ricerche dell’Osservatorio Carta di Roma e dell’Osservatorio su comunicazione ambientale e della sostenibilità – Cambio.