“Rendiamo omaggio ad italiani esemplari”

Il Presidente della Repubblica, nel suo Messaggio di fine anno, ha insistito sul valore delle risorse umane e sulla qualità del capitale umano che di cui gli italiani devono essere consapevoli e fieri.
Risorse umane che si contrappongono a quegli “italiani indegni” che solitamente occupano lo spazio dell’opinione pubblica.
Il Presidente per citare alcuni casi di questo capitale umano, ha parlato di “italiani esemplari”, di “campioni
di cultura e solidarietà”, di “esempi individuali“. E tra gli alti, ha citato Fabrizio, il medico di Emergency “accorso in Sierra Leone per curare i colpiti dal virus Ebola anche a costo di esserne contagiato e rischiare la vita”.
Non ha parlato né di eroi, né di angeli.
Ma di esempi. Di gente da imitare, magari, non da mitizzare.
ha anche espressamente parlato del “magnifico impegno del
volontariato sui fronti di tutte le emergenze”.
Sembra difficile, eppure si può fare: parlare della solidarietà e del volontariato per quello che sono, usando i termini appropriati e rispettandone il ruolo e il significato.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Notizie e taggato come , , , , il da

Informazioni su Marco Binotto

Sociologo dei processi culturali e comunicativi. Ricercatore e professore aggregato alla Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, dove insegna "Comunicazione dei diritti e della cittadinanza attiva" e "Comunicazione delle scienze biomediche". Si occupa di attivismo e problemi sociali, mediaattivismo e partecipazione, minoranze e sfera pubblica, non profit e comunicazione sociale, advocacy e interventi creativi su salute e ambiente. Coordina le ricerche dell’Osservatorio Carta di Roma e dell’Osservatorio su comunicazione ambientale e della sostenibilità – Cambio.